COME SI AVVIA LA MEDIAZIONE

La domanda di Mediazione, redatta dalla parte personalmente o dal suo rappresentante legale o da un avvocato munito di procura speciale a conciliare, può essere:
a) depositata direttamente presso le Segreterie delle diverse sedi dell’Organismo di Mediazione;
d) spedita per posta elettronica certificata (unitamente alla ricevuta di pagamento dei diritti di segreteria) all’ indirizzo:
antemarprojustitia@pec.it
Per agevolare e snellire la procedura, l’Organismo ha predisposto un modello di domanda di mediazione, unilaterale e congiunta, disponibile presso la Segreteria e scaricabile dal sito web.
La domanda di Mediazione deve contenere: i dati identificativi dell’istante e delle parti convenute alla mediazione con i relativi indirizzi; i dati identificativi dell’avvocato dell’istante; la descrizione dettagliata dei fatti e delle questioni controverse e dell’oggetto della domanda di mediazione; l’indicazione del valore della lite; qualunque documentazione che la parte istante ritenga utile portare a conoscenza dell’Organismo ai fini della definizione della mediazione; la dichiarazione dell’istante di aver preso conoscenza del Regolamento e di accettarlo; l’eventuale dichiarazione dell’istante di acconsentire alla comunicazione alle altre parti dei documenti da lui prodotti; la dichiarazione di aver preso cognizione dell’informativa sul trattamento dei dati personali, e di cui al modello depositato presso la Segreteria e reperibile sul sito telematico dell’Organismo, ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo n. 196 del 2003.
La domanda di mediazione si intende depositata nel giorno in cui è stata ricevuta dall’Organismo e produce gli effetti della domanda giudiziale, come previsti dalla legge.